Mariupol, Zelensky: "Servono più armi"

(Adnkronos) - Per liberare la città di Mariupol dall'assedio russo servirebbero più armi. Lo ha dichiarato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky rivolgendosi ai deputati maltesi. "L'Ucraina non ha ricevuto la quantità di armi necessaria per sbloccare l'assedio di Mariupol e liberare la città", ha dichiarato. I militari del battaglione Azov, ha aggiunto, ''stanno ancora continuando la loro resistenza nello stabilimento di Azovstal. Stiamo usando tutti i possibili strumenti diplomatici per salvarli, ma la Russia non accetta nessuna delle opzioni proposte. Abbiamo chiesto ai nostri partner di fornire armi per sbloccare Mariupol e salvare sia i civili, sia i militari".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli