Marla, chi è la paladina anti-migranti che si batte per il suo paese

marla

Mentre la giovane Greta Thunberg era all’Onu a tenere il suo discorso sull’ambiente, un’altra ragazzina, una 15enne, parlava un convegno al partito tedesco di estrema destra in cui affrontava il tema dei migranti. Si tratta di Marla, giovane attivista anti-migranti: “Uno non deve odiare lo straniero per amare ciò che è suo. Amo il mio Paese, voglio viverci in sicurezza” ha detto. “Frequento una scuola privata a Cottabus – ha poi spiegato in un video divenuto virale -, sono qui di mia iniziativa e mi piacerebbe esprimere la mia opinione come adolescente“.

Marla, la paladina anti-migranti

I miei amici – ha proseguito la 15enne Marla – hanno paura di andare in città a causa dei cosiddetti incidenti isolati, come sono chiamati dalla stampa i crimini degli stranieri che non si sono integrati nella società tedesca. Non ci sentiamo sicuri nei centri commerciali e a scuola” ha proseguito la giovane, che si delinea come una sorta di opposto ad altre due giovani balzate agli onori delle cronache nell’ultimo periodo, ovvero Carola Rackete e Greta Thunberg. “Ci sono molti poliziotti che vanno in giro in città che non sarebbero necessari se non ci fossero tutti questi incidenti” ha poi affermato Marla andando ad evidenziare il problema della sicurezza nella città legati alla presenza di migranti e irregolari.

La sicurezza nelle città

La giovane ha fatto poi riferimento, nel suo discorso, anche ad episodi di molestie e abusi che mettono in pericolo moltissime giovani donne: “Le ragazze stanno molto attente a non vestirsi in modo troppo provocante e non possiamo muoverci liberamente e spensieratamente. Cosa che avremmo diritto di fare nel nostro Paese” afferma ancora la giovane.