Maroni, legale: si aspettava assoluzione, ricorrerà in Cassazione

Fcz

Milano, 8 nov. (askanews) - Roberto Maroni "si aspettava di essere assolto" e perciò "di sicuro non è felice" per la condanna a 1 anno di carcere confermata dalla Corte d'Appello di Milano nel processo che vedeva l'ex governatore lombardo imputato per presunti favori a due sue ex collaboratrici. Lo ha sottolineato l'avvocato Domenico Aiello, difensore del politico della Lega, dopo la sentenza della Corte d'appello di Milano che ha riqualificato il reato contestato a Maroni (non più turbata libertà nella scelta del contraente ma turbata libertà degli incanti) confermando la pena a 1 anno di carcere già inflitta nel primo grado di giudizio.

"Il reato è stato riqualificato ma è stata mantenuta la pena. Non è una sentenza nè più pensante nè più leggera di quella del primo grado di giudizio. Non ho commenti da fare, devo prima leggere le motivazioni", ha puntualizzato il legale preannunciando ricorso in Cassazione: "Non siamo d'accordo né sull'elemento soggettivo del reato né sulla riqualificazione operata dalla Corte d'Appello".