Martella: condanne Spada, giornalismo inchiesta va difeso

Pol/Arc

Roma, 25 set. (askanews) - "Le condanne inflitte al clan Spada dimostrano che il giornalismo d'inchiesta è un presidio di legalità che lo Stato e i cittadini tutti devono difendere e valorizzare". Lo scrive in un tweet il sottosegretario all'Editoria Andrea Martella, che esprime "gratitudine a Federica Angeli e a tutti i giornalisti che con coraggio e sacrificio combattono le mafie".