Martella: da Zaia parole gravi, Stato non può essere violento

Luc

Roma, 19 ott. (askanews) - "Le parole di Zaia che richiama alla legalità e al rispetto delle regole invocando il manganello sono molto gravi. Le istituzioni e lo Stato non possono deporre in alcun modo a favore della becera violenza repressiva per affermare i propri principi cardine. Questa è democratura". Lo scrive Andrea Martella, sottosegretario alla presidenza del Consiglio, su twitter.