Martella: informazione bene di tutti, aprirò tavoli per rilancio

Rea

Roma, 26 set. (askanews) - "L'informazione è un bene di tutti che va promosso e difeso. E che va quindi sostenuto anche economicamente. Per fare questo serve un approccio sistemico a tutti i problemi. Dalla remunerazione dei giornalisti alle garanzie per le imprese, aprirò dei tavoli di confronto con tutti". Lo ha detto il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all'Editoria, Andrea Martella, nell'ambito dell'evento "Una nuova strategia per il rilancio del settore dell'editoria", organizzato dall'Uspi (Unione stampa periodica Italia).

"Rilanciare l'editoria oggi vuol dire riflettere nel profondo sui motivi delle difficoltà delle imprese editoriali di questi anni. È evidente che occorre fare i conti con l'avvento e lo sviluppo del digitale e dei social. Ma il tema della qualità dell'informazione resta fondamentale ed è compito della politica fare in modo di garantire le condizioni perché sia garantito prima di tutto il pluralismo: per questo sarà necessario un uso corretto dei fondi dello Stato per garantirlo. Da questi principi - ha concluso Martella - in un confronto aperto e continuo con tutti, prenderò ispirazione per le scelte che faremo come governo".