Martellate sul marito di Nancy Pelosi. Biden: "Ignobile aggressione"

"Una ignobile aggressione". Così il presidente statunitense Biden ha definito l'attacco subito da Paul Pelosi, marito della presidente della Camera Nancy Pelosi, preso di mira in casa sua, da un uomo che lo ha colpito con un martello. L'aggressore è stato fermato e si indaga per accertare la matrice dell'episodio.

William Scott, Dipartimento di Polizia di San Francisco: "Stiamo lavorando per determinare il movente. Il signor Depape si trova in un carcere della contea di San Francisco con le accuse di tentato omicidio, aggressione con armi letali, maltrattamento di anziani, furto con scasso e altri reati".

Secondo il racconto della vittima, l'uomo armato di martello gli ha chiesto "dov'è Nancy?", pronunciando le stesse parole scandite dai sosteniutori di Trump durante l'assalto del Campidoglio, il 6 gennaio dell'anno scorso.

L'aggressione al marito di Nancy Pelosi arriva dieci giorni prima delle elezioni di metà mandato, una scadenza che tanto i democratici quanto i repubblicani considerano importante per la definizione dei futuri equilibri politici.