Martina (Fao): “Biodiversità e agroecologia per battere la fame” (di G. Nespoli)

Carlo Renda
·Vicedirettore HuffPost
·2 minuto per la lettura
(Photo: Stefano Guidi via Getty Images)
(Photo: Stefano Guidi via Getty Images)

(di Giulio Nespoli)

Con il Green Deal e le strategie Farm to Fork e Biodiversità, Bruxelles ha indicato una nuova strada: interventi che scavalcano le vecchie categorie per provare a curare contemporaneamente i problemi agricoli, sociali e ambientali. Una scelta che è diventata ancora più centrale nel dopo Covid, con più 100 milioni di persone che a livello globale si sono aggiunti a quel decimo di popolazione mondiale già precipitato nella povertà alimentare.

“Pandemia e cambiamento climatico sono i due assi di riferimento per affrontare la crisi profonda che stiamo vivendo. L’Europa ha scelto uno scenario strategico giusto e coraggioso: è la strada da seguire per un cambio di modello agricolo”. Lo ha dichiarato il vicedirettore Fao Maurizio Martina al web talk di presentazione del quaderno “Transizione biologica”, curato da Cambia la Terra, la campagna voluta da FederBio con Legambiente, Lipu, Isde- Medici per l’ambiente, Slow Food e Wwf.

Una spinta verso l’agroecologia che poggia su numeri ormai consolidati. Il settore agricoltura-allevamento-gestione del suolo, basato su un largo uso di chimica di sintesi e su sistemi intensivi, è infatti responsabile di un quarto del totale delle emissioni serra. Ma – si legge nel quaderno di Cambia la Terra – “coltivare in maniera biologica il 20% dei campi europei consentirebbe di risparmiare più emissioni di CO₂ di quelle generate annualmente dall’Austria. Lo afferma l’Organizzazione metereologica mondiale (World Meteorological Organization - Wmo), aggiungendo che in questo modo si potrebbe evitare l’immissione in atmosfera di 92 milioni di tonnellate di CO₂. Le aree coltivate con il metodo biologico - secondo i dati diffusi dalla Wmo e condivisi dall’Ipcc, la task force di climatologi dell’Onu - utilizzano il 45% in meno di energia e generano il 40% in meno di gas serr...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.