"Mascherina anche al banco", contagio a Milano spaventa scuole

webinfo@adnkronos.com
·2 minuto per la lettura

"Mascherina su, anche quando si è seduti al banco, fermi e distanziati", senza più differenza fra momenti statici e dinamici. Troppi rischi, con Covid-19 che sta col fiato sul collo. A Milano, dove il contagio da coronavirus ormai ha preso il volo e si viaggia al ritmo di più di mille positivi notificati ogni giorno in città, le scuole provano ad alzare ancora di più le barriere contro il coronavirus Sars-CoV-2. "Non c'è una direttiva centralizzata da parte di Ats", precisano all'Adnkronos Salute dall'Agenzia della Città metropolitana, ma in diversi istituti "già si fa così". Dato l'andamento epidemico in rapido peggioramento, i dirigenti in questione hanno preso questa decisione rafforzativa rispetto a quanto indicato in origine dal Cts nelle sue raccomandazioni tecniche per la riapertura.

Era il 31 agosto quando veniva pubblicato il documento del pool nazionale di esperti. Si spiegava che, per favorire l'apprendimento e lo sviluppo relazionale, la mascherina chirurgica poteva essere "rimossa in condizioni di staticità con il rispetto della distanza di almeno un metro e l'assenza di situazioni che prevedano la possibilità di aerosolizzazione (per esempio, canto)". Per la scuola secondaria, veniva precisato che l'abbassamento della mascherina alle stesse condizioni indicate si poteva consentire "in situazione epidemiologica di bassa circolazione virale come definita dalla autorità sanitaria".

Del resto lo stesso presidente dell'Istituto superiore di sanità (Iss), Silvio Brusaferro, anche ieri in audizione al Senato ha sottolineato che "i protocolli messi a punto dai primi di settembre mirano a ridurre la probabilità di trasmissione negli ambienti scolastici: è importante essere flessibili, modificando e adattando le misure in funzione dell'andamento epidemiologico".

Sta succedendo questo a Milano. Si va sempre più in questa direzione. Alcuni istituti lo hanno messo nero su bianco in circolari, altri hanno semplicemente dato questa indicazione orale. Indicazione che in certi casi coinvolge anche le classi di bambini più piccoli, cioè della primaria. Non sono pochi gli scolari anche di 5-6 anni che in questi giorni non tolgono mai la mascherina dal viso, durante le ore - che possono essere fino a 8 al giorno, a seconda degli istituti e della scelta del tempo pieno - trascorse all'interno dei loro istituti.