Mascherine all’aperto, Bassetti: “Misura inutile, occorre vietare alcune vie ai non vaccinati”

·1 minuto per la lettura
mascherine all'aperto bassetti
mascherine all'aperto bassetti

Il direttore della Clinica di Malattie Infettive del San Martino Matteo Bassetti si è detto perplesso in merito alla decisione di alcune amministrazioni locali di reintrodurre l’obbligo di indossare la mascherine all’aperto. Secondo lui sarebbe meglio vietare l’accesso alle vie più frequentate a chi non ha il super green pass (ovvero a chi non è guarito o vaccinato contro il Covid).

Matteo Bassetti sulle mascherine all’aperto

Intervistato da Repubblica, l’esperto ha spiegato che si tratta di un passo indietro inutile che rischia di dare il messaggio sbagliato per cui a salvare la vita è la mascherina e non il vaccino. “I dispositivi hanno senso solo dove servono, al chiuso, e lo dimostra il fatto che l’anno scorso con le mascherine obbligatorie abbiamo comunque avuto due ondate“, ha evidenziato.

Matteo Bassetti sulle mascherine all’aperto: “Vietare alcune strade ai no vax”

L’alternativa che ha proposto è quella di pensare a gestire ogni città zona per zona ragionando su quali siano le aree più a rischio a cui far accedere solo persone con il green pass rafforzato, come si fa allo stadio o ai concerti: “Di gran lunga la gestione più sicura del rischio. Anche perché, a questo punto, mi chiedo se non si farebbe prima a mettere l’obbligo vaccinale“. Dato che il vero problema, ha continuato, è rappresentato dall’incidenza dei non vaccinati, occorre non rimettere la mascherina ai chi è imunizzato ma vaccinare chi non lo è.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli