"Mascherine chirurgiche anche ai bambini dai 12 mesi in su". Lo studio su Jama

Ilaria Betti
·.
·1 minuto per la lettura
(Photo: Getty Images)
(Photo: Getty Images)

“I bambini dai 12 mesi in su possono indossare senza controindicazioni la mascherina chirurgica, una misura di sicurezza che se portata da tutti farà sicuramente cadere l’indice di infettività”. A dirlo è Riccardo Lubrano, direttore del Dipartimento Materno-Infantile della Sapienza Università di Roma, Polo Pontino, che ha guidato uno studio scientifico pubblicato due giorni fa sulla prestigiosa rivista Jama Network. La ricerca dal titolo ‘Assesment of respiratory function in infantsand young children wearing face masks during the Covid-19pandemic’ “nasce dal bisogno di verificare le linee guida in cui si afferma che i bambini sotto i 6 anni non devono utilizzare le mascherine chirurgiche perché potrebbero essere dannose per la loro salute. In realtà - afferma Lubrano all’agenzia Dire - queste linee guida non hanno avuto alcuna verifica tecnica né c’è alcun articolo che tecnicamente dimostri se questi bambini possano o meno utilizzare la mascherina chirurgica”.

La mascherina, il lavaggio delle mani e il distanziamento, secondo il professore, restano i tre punti ineluttabili per evitare la diffusione di una infezione. Ma attenzione ai più piccoli: “Anche se il bambino non si ammala gravemente, è comunque un trasportatore del virus e deve essere salvaguardato soprattutto per salvaguardare chi gli sta intorno. Con il vaccino faremo l’immunità di gregge- ricorda il pediatra - ma rispettando le misure di sicurezza ostacoleremo in modo più empirico la diffusione del virus”.

Ma le mascherine chirurgiche sono pericolose nei primi anni di vita? Per rispondere a questo quesito, i ricercatori hanno studiato un gruppo formato da oltre 40 bambini, alcuni sopra i due anni e altri sotto: “Fortunatamente abbiamo un nuovo tipo di attrezzatura che ci permette di monitorare un parametro tecnico, la co2 di fine espirazione che ...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.