Mascherine killer, spray nasali antiCovid. Quanto sono utili?

Linda Varlese
·Editor, HuffPost Italy
·2 minuto per la lettura
Mascherine e Spry nasale anticovid (Photo: Getty)
Mascherine e Spry nasale anticovid (Photo: Getty)

Mascherine killer, spray nasali in grado di bloccare il virus, strategie di protezione per ridurre la possibilità di contagio. Mentre il mondo è con il fiato sospeso per la “più grande campagna di vaccinazione della Storia” e in attesa di vederne i risultati, le aziende e gli istituti di ricerca provano a tamponare la diffusione dl virus, inventando e producendo dispositivi medici che promettono di aiutare un parziale ritorno alla normalità.

È il caso ad esempio delle mascherine a 5 strati (invece di 3). Ultimo ritrovato della tecnologia, hanno uno strato antivirale, imbevuto di nanoparticelle di rame, trattate con una tecnologia nuova che sarebbe in grado di neutralizzare il virus e renderlo innocuo. O ancora dello spray nasale Taffix, prodotto in Israele, che impedisce ai virus di penetrare la mucosa nasale creando una barriera protettiva per 5 ore. Ma quanto sono efficaci? Lo abbiamo chiesto al Professore Antonio Clavenna, farmacologo dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri IRCCS.

Il chimico britannico Gareth Cave, che ha inventato le mascherine killer brevettate dalla Pharm2Farm in grado di uccidere il virus, ad esempio, ha di recente assicurato che il suo prodotto ha un’efficacia di 7 ore, che ha già ricevuto la certificazione ISO 18184 e che la prossima settimana otterrà il marchio CE e la mascherina potrà essere commercializzata in tutta Europa. Potremo perciò comprarle in farmacia al costo di un euro.

Professore, quanto ci aiuteranno nella lotta al virus?

In realtà sono dei dispositivi di cui abbiamo pochi dati sull’efficacia dimostrata all’interno di studi scientifici. Questo vale sia per la mascherina che per lo spray nasale. Si tratta di dispositivi che di certo o in laboratorio o da un punto di vista teorico hanno possibilità di efficacia per bloccare o uccidere il virus, però deve essere dimostrato nella pratica. Per...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.