Mascherine, la Procura di Roma indaga Arcuri per peculato e abuso d'ufficio

·1 minuto per la lettura
Arcuri indagato mascherine
Arcuri indagato mascherine

L’ex commissario per l’emergenza Domenico Arcuri risulta indagato dalla Procura di Roma per peculato e abuso d’ufficio nell’ambito dell’inchiesta relativa alle prime forniture di mascherine da parte dell’intermediario Mario Benotti.

Inchiesta mascherine: Domenico Arcuri indagato

Il fascicolo prevedeva anche un’accusa di corruzione per cui la Procura ha chiesto l’archiviazione in attesa del pronunciamento del Giudice per le indagini preliminari. Secondo quanto reso noto dal suo ufficio stampa, Arcuri è stato sentito sabato 16 ottobre 2021 dai pubblici ministeri Varone e Tucci e ha così avuto occasione di confrontarsi e chiarirsi con l’autorità giudiziaria,” rispetto alla quale sin dall’origine dell’indagine ha sempre avuto un atteggiamento collaborativo al fine di far definitivamente luce su quanto accaduto“.

Inchiesta mascherine, Domenico Arcuri indagato: “Comitato per speculare sull’epidemia”

Secondo la magistratura sarebbe stato costituito un comitato d’affari composto da “freelance improvvisati desiderosi di speculare sull’epidemia capace di interloquire e di condizionare le scelte della Pubblica amministrazione a tutti i livelli“. Chi ne ha fatto parte ha ottenuto provvigioni indebite per oltre 77 milioni di euro, grazie a quello che la Procura di Roma ha definito “un certo ascendente” nei confronti della struttura commissariale guidata dallo stesso Arcuri.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli