Maskne, la nuova malattia causata dalla mascherina: come difendersi

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
Maskne, la nuova malattia causata dalla mascherina: come difendersi (Getty Images)
Maskne, la nuova malattia causata dalla mascherina: come difendersi (Getty Images)

Si chiama “maskne” la nuova malattia causata dalla mascherina: la parola deriva dalla fusione delle parole 'mask' (mascherina) e acne. In sostanza si tratta di una forma di acne reattiva, provocata dal prolungato utilizzo della mascherina contro il coronavirus.

Mauro Minelli, specialista in Immunologia clinica e Allergologia e co-coordinatore della Scuola di specializzazione medica in Scienze dalla nutrizione - Dipartimento di Studi europei Jean Monnet, ne ha parlato all’Adnkronos. Dalla “maskne”, secondo l’esperto, "sarebbero maggiormente interessati gli operatori sanitari, costretti ad uso prolungato della mascherina, e tutti quei soggetti che già presentano patologie cutanee del volto quali acne e rosacea, dermatiti seborroiche e periorali”.

GUARDA ANCHE - I cibi da evitare per una pelle perfetta

“Ciò che provocherebbe di fatto la patologia, si pensa possa essere l’aumento della temperatura, che a sua volta porterebbe a una maggiore produzione di sebo, con contestuale variazione del microbiota cutaneo e formazione di papule e vescicole nelle sedi di applicazione del dispositivo", ha aggiunto.

Questi i consigli di Minelli per evitare che si verifichi: cambiare frequentemente la mascherina, idratare la pelle del viso e utilizzare poco make-up, che favorirebbe ulteriori variazioni di pH cutaneo.

GUARDA ANCHE - 8 rimedi contro l’acne