Massa, quattro dosi Pfizer a una 23enne: le sue condizioni

·2 minuto per la lettura
ragazza 4 dosi disidratata
ragazza 4 dosi disidratata

L’opinione pubblica è rimasta in larga parte sconvolta da quanto accaduto a Massa, dove a una ragazza di 23 anni sono state somministrate 4 dosi di vaccino Pfizer: la studentessa ora beve 7 litri di acqua al giorno, ma continua a essere disidratata.

La ragazza che ha ricevuto 4 dosi di Pfizer è disidratata: le dichiarazioni

Dall’ospedale di Massa, dove nella mattinata di domenica 9 maggio la giovane si era recata per essere vaccinata, hanno fatto sapere che il dosaggio iniettato per errore è di circa 0,30 ml, pari al quantitativo impiegato per 4 dosi di vaccino Pfizer-Biontech. La Asl ha così sottolineato che “la sperimentazione effettuata da Pfizer per individuare le conseguenze del sovradosaggio era arrivata appunto a testare un quantitativo di 4 dosi di principio attivo inoculate contemporaneamente, senza che per i pazienti ci fossero state conseguenze particolari”.

Subito dopo l’iniezione la ragazza si è detta “spaventata e preoccupata”, non manifestando fortunatamente altri gravi sintomi o eccessivo malessere. La 23enne ha tenuto a precisare che non denuncerà l’ospedale, al contrario perdona l’infermiera che ha commesso l’errore. Tuttavia, la tirocinante di psicologia clinica – in procinto di frequentare uno stage per il suo corso di laurea magistrale – ha precisato che latolleranza vale per l’infermiera, ma non per la struttura che non può mai permettersi certe disavventuree se dovessero insorgere problemi “qualcuno dovrà risponderne in sede civile”.

Ragazza con 4 dosi di vaccino è disidratata: le condizioni

La studentessa di psicologia beve 7 litri di acqua al giorno, ma continua a essere disidratata. In molti temono sia una conseguenza della somministrazione aggiuntiva di vaccino che ha ricevuto domenica 9 maggio. Saranno i medici ad accertarlo.

Intanto la ragazza è seguita e monitorata dal professor Fabrizio Pregliasco. La 23enne, infatti, è stata presa in cura privatamente dall’ormai famoso virologo, docente dell’Università degli Studi di Milano, direttore dell’Irccs di Milano e volto celebre del piccolo schermo.

Ragazza con 4 dosi di vaccino resta disidratata: il commento degli esperti

Secondo i virologi, le dosi aggiuntive ricevute dalla ragazza potrebbero aver anche annullato la produzione di anticorpi.

Se tale condizioni venisse accertata dai medici, la vaccinazione dovrebbe essere ripetuta.