Massachusetts, palpa un’ex soldatessa: la donna lo immobilizza a terra

donna molestata

Un passante la palpa mentre fa jogging e decide di vendicarsi del gesto non gradito. Un’ex soldatessa israeliana, che lavora come personal trainer in una palestra a Cambridge, in Massachusetts, lo ha picchiato fino ad immobilizzarlo a terra. La scena è stata ripresa dalle telecamere di sicurezza della zona.

La reazione dell’ex soldatessa

Aia, mamma di 35 anni ed ex soldatessa israeliana, che lavora come personal trainer in una palestra, faceva jogging su Memorial Drive vicino a Vassar Street a Cambridge, in Massachusetts, il 7 luglio circa alle 7:30 del mattino. Ad un certo punto, un passante ha tentato di molestarla e lei ha avuto una reazione inaspettata. Infatti ha deciso di vendicarsi inseguendolo e picchiandolo fino ad immobilizzarlo a terra. Nelle immagini ottenute dalle videocamere di sorveglianza della zona, diventate virali, si vede la donna fermarsi, voltarsi e rincorrere l’uomo e cercare di trattenerlo fisicamente. In una ripresa più ravvicinatasi vede più da vicino l’uomo: ha una corporatura pesante e capelli corti, di colore scuro, sfuggenti e aveva indosso abiti da corsa neri e grigi e scarpe da corsa nere con suole bianche. Aia ha detto di non avere rimpianti per aver inseguito l’uomo. Insieme alla palpata, avrebbe pronunciato qualche frase molesta. “Da dove vengo e come sono cresciuto, non ci limitiamo a ignorare, perché ho una figlia e potrebbe esserci mia figlia accanto a lui e non sarà quella. Se vuoi chiamarlo coraggio per quello che ho fatto, fallo: è per quelli che mi seguono”: lo ha detto Aia ai media. Ora la polizia è alla ricerca dell’uomo, scappato dopo essere riuscito a divincolarsi.