Massacra di botte figlio di 4 mesi: madre arrestata

massacra botte figlio

Una donna di 30 anni, residente a Mantova, sposata e con tre figli, è stata arrestata dalle forze dell’ordine con l’accusa di maltrattamenti aggravati. La donna avrebbe picchiato suo figlio più piccolo di soli 4 mesi. Stando a quanto riportato dal sito milano.fanpage.it, le condizioni del piccolo sarebbero molto gravi. Il bimbo presenta della lesioni su tutto il corpo: ematomi, emorragie e traumi cranici, oltre alla frattura delle costole e degli arti inferiori.

Sulla vicenda indaga la procura di Mantova. Il pubblico ministero, Matteo Grimaldi, ha disposto la misura cautelare in carcere per la madre del bambino. La donna aveva inizialmente sostenuto che le lesioni al bambino fossero state procurate dagli altri due figli. Ma durante l’interrogatorio avvenuto nella mattinata di lunedì 2 Settembre 2019, ha ammesso (almeno in parte) le sue responsabilità.

Massacra di botte figlio di 4 mesi

Ad accorgersi che qualcosa non andava è stata la nonna del bimbo. Mentre la famiglia si trovava in vacanza al Sud, l’anziana avrebbe sentito piangere il bambino nella stanza vicino alla sua. È subito andata a vedere come stava e lo ha trovato con bava alla bocca, vomito e diarrea. Inoltre, presentava anche sintomi di una grave epilessia. Ha quindi deciso di chiamare subito i soccorsi, i quali, hanno trasportato il bambino d’urgenza in ospedale e trasferito poco dopo nel reparto di rianimazione, in prognosi riservata.

La madre al momento si trova in carcere. La psicologa che l’ha visitata ha fatto un quadro psicologico della donna, la quale presenterebbe tracce di depressione che potrebbero sfociare in nuovi scatti di rabbia incontrollata. Anche per questo motivo, il sostituto procuratore di Brescia ha disposto l’immediato allontanamento dei tre figli dalla famiglia e il loro collocamento in una comunità.