Massimiliano Fedriga: "Il certificato verde serve per non chiudere"

·1 minuto per la lettura
Fedriga green pass
Fedriga green pass

Per dare una prospettiva ai lavoratori, il green pass si rivela uno strumento utile ed efficiente: lo ha sottolineato Massimiliano Fedriga, governatore del Friuli Venezia Giulia. In questo modo, si evitando lockdown generalizzati, permettendo alle attività di restare aperte. Con il certificato verde cosa succederebbe se una regione dovesse entrare in zona arancione?

Fedriga, green pass utile per restare aperti

Ospite a “Stasera Italia”, programma di Barbara Palombelli in onda su Rete quattro, il governatore del Friuli Venezia Giulia ha evidenziato l’utilità del certificato vaccinale.

“Dobbiamo usare il green pass come strumento di apertura: se anche una regione diventasse arancione, potremo tenere le attività aperte, ha dichiarato.

Fedriga, green pass è un nuovo strumento per affrontare la pandemia

Dopo aver avanzato l’ipotesi di zone vietate ai cittadini non vaccinati, Fedriga parla del green pass.

A tal proposito, ha aggiunto: “Oggi abbiamo gli strumenti nuovi per affrontare la pandemia. Possiamo dare certezze all’imprenditore, al ristoratore che fra qualche mese non c’è il rischio di chiudere di nuovo”.

Fedriga, green pass come strumento di apertura e pronti alla terza dose di vaccino

Dopo la Lombardia, che da lunedì 20 settembre è pronta a somministrare la terza dose di vaccino anti-Covid, anche il Friuli Venezia Giulia sembra ben organizzato.

Lo ha sottolineato il governatore Fedriga, il quale ha dichiarato: “Noi partiamo subito per le categorie individuate a livello nazionale, quindi gli immunodepressi, i fragili e i super-fragili”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli