Massimiliano Romeo: "I 3 punti della Lega per approvare il Ddl Zan"

·1 minuto per la lettura
- (Photo: Other)
- (Photo: Other)

“Eliminare il riferimento all’identità di genere all’articolo 1. Togliere i reati di opinione all’articolo 4. Cancellare l’indottrinamento nelle scuole, non solo cattoliche, previsto all’articolo 7”. Con queste richieste di modifica la Lega si presenterà al tavolo sul ddl Zan la settimana prossima in Senato”. Massimiliano Romeo, capogruppo leghista a Palazzo Madama, replica a Letta: “Siamo noi che non ci fidiamo del Pd, vogliono andare in aula e approvare il testo senza toccarlo. È una forzatura e un atto di arroganza”. E avvisa Draghi: “Se il Pd trasforma il Parlamento in una polveriera, se avvelena il clima, i riflessi sull’azione di governo saranno inevitabili. Il rischio è di una bomba politica: non si può governare tutti insieme e poi azzuffarsi su questo testo”.

Mercoledì prossimo al Senato si terrà il tavolo dei capigruppo di maggioranza sul ddl Zan convocato dal presidente della commissione Giustizia Ostellari. Quali proposte di modifica porterà la Lega?

La nostra posizione è molto chiara. Ci sono alcuni punti che vanno modificati. All’articolo 1 del testo va tolto il riferimento all’identità di genere, che ha creato perplessità anche nei gruppi di sinistra e in associazioni come Arcilesbica. E che mette in pericolo una conquista femminile come le quote rosa. All’articolo 4 – che tratta il delicato terreno della libertà di opinione – va eliminato ogni richiamo ai reati di opinione e al contesto della Legge Mancino. Altrimenti ci sono fondati timori che basterà criticare le idee della comunità Lgbt per rischiare sanzioni penali.

Quella norma fa espressamente “salve la libera espressione di convincimenti od opinioni nonché le condotte legittime riconducibili al pluralismo delle idee o alla libertà delle scelte, purché non idon...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli