Massimo Boldi e la politica: "Craxi un amico, farei film con Di Maio"

webinfo@adnkronos.com

"Mi sono candidato nel Psi nel 1992. Com'è andata? Malissimo. Bettino Craxi chiamò me, eravamo amici come sono tuttora amico dei figli Stefania e Bobo. Pensavo fosse uno scherzo, ma come fai a dire di no?". Massimo Boldi, a Un giorno da Pecora, ricorda la sua avventura in politica con il Partito Socialista. "Dissi che non ero capace, ma mi rispose 'non ti preoccupare, pensi che gli altri siano capaci?'. Sono stato il primo dei non eletti a Varese-Como-Sondrio", aggiunge. 

"Non so se riesco ad andare ad Hammamet per le celebrazioni per Craxi, ho alcuni impegni. Ma appena posso ci vado. Bettino Craxi è stato uno dei politici chiave nel nostro paese. Le vicende giudiziarie? E' un discorso difficile, complicato", afferma. Oggi, con chi farebbe un film se dovesse scegliere un attore tra i politici? "Con Di Maio, gli faccio fare Cipollino...", dice. "Mi piace il governo giallorosso? Mah, non lo so... C'è una confusione totale".