Massimo Boldi, incidente d’auto in tangenziale: paura per l’attore

Massimo Boldi incidente

Paura per Massimo Boldi, coinvolto in un incidente d’auto mentre stava percorrendo le strade della Toscana. La notizia non è stata diffusa dal comico, amato dal grande pubblico di tutta Italia, ma è stata rivelata da fonti anonime vicine all’attore.

Massimo Boldi, incidente per l’attore

L’incidente che ha visto protagonista Massimo Boldi è avvenuto sulla tangenziale all’altezza di Grosseto. Erano le 15 di domenica 4 agosto quando l’attore ha avuto un colpo di sonno. Quando ha riaperto gli occhi, si è reso conto di essere andato a sbattere contro il guardrail. Ha avuto fortuna, continua la fonte, perché in quel momento non stava passando nessuna macchina. Le conseguenze del sinistro, infatti, sarebbero potute essere di gran lunga peggiori se, tagliando la carreggiata, si fosse scontrato con un camion o con un’altra macchina in un frontale. Sembra che solo mezz’ora prima l’attore si fosse fermato sulla strada per pranzare.

Un incidente di cui Massimo Boldi ha scelto di non parlare con la stampa, per non allarmare i suoi fan, approfittando del fatto che nessuno ha assistito al sinistro, neppure la polizia. Dal momento che la vettura era funzionante, ha scelto di riprendere il viaggio verso Roma. Nessuna grave conseguenza, fortunatamente, per l’attore, che ora può rilassarsi in vacanza a Santa Maria di Leuca.

Massimo Boldi operato al cuore

Poco meno di un anno fa, nel settembre 2018, tanta era stata la preoccupazione tra i fan dell’attore, nel momento in cui si era diffusa la notizia che Massimo Boldi era stato operato al cuore. L’intervento si angioplastica è stato effettuato all’ospedale San Raffaele di Milano. I medici sono intervenuti per risolvere un problema di ostruzione delle arterie coronarie. Boldi ha voluto rassicurare personalmente il suo pubblico: “Sto bene, presto potrò tornare a lavorare. L’ho scampata grossa. Sono entrato in ospedale per un controllo di routine, non mi aspettavo questo. Ma non ho avuto paura”.