MasterChef 9, eliminati della sesta puntata: intervista a Gianna e Fabio

masterchef

La sesta puntata di MasterChef 9 ha visto sfidarsi i 14 concorrenti rimasti in gara dopo la doppia eliminazione di Domenico e Andrea. A lasciare l’ambita MasterClass sono stati Gianna, dopo la prova dell’Invention Test, e Fabio, a fine puntata. I due eliminati della sesta puntata di MasterChef 9 si sono scontrati con una prova a base di agrumi sconosciuti e la preparazione di un buffet per un matrimonio indiano. ….

MasterChef 9: gli eliminati della sesta puntata

La sesta puntata di MasterChef 9 è cominciata con una Mistery Box a base di cous cous. I 14 aspiranti chef hanno dovuto preparare il piatto seguendo la tradizionale ricetta trapanese. Le tre preparazioni preferite dai giudici Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciulo, Giorgio Locatelli sono state quelle di Davide, Nicolò e Giada. È la ragazza a convincere i tre severi chef e ad aggiudicarsi il vantaggio nella sfida successiva.

Arriva così il turno dell’Invention Test, con la straordinaria partecipazione del noto agrumicoltore Niels Rodin. Gli ingredienti chiave della seconda prova saranno proprio gli agrumi, ma non i più classici e conosciuti. I 14 concorrenti del noto cooking show hanno dovuto utilizzare alimenti come la mano di Buddha, il limone caviale, la combawa, il limequat, faustrime, calamansi e cedro. Gli aspiranti chef si sono quindi messi all’opera pur non conoscendo gli agrumi in questione. Ad aggiudicarsi la prova fra i complimenti dei temibili giudici è stata Milenys. Il suo piatto si è addirittura guadagnato la valutazione di “piatto da finale” da parte dello chef Barbieri. Al termine dell’Invention Test Giada finisce, invece, fra i peggiori, insieme a Vincenzo e Gianna. È quest’ultima la prima dei due eliminati della sesta puntata di MasterChef 9.

Per la prova in esterna, i 13 concorrenti rimasti in gioco si sono spostati alle porte di Milano, dove ad aspettarli c’erano Mario e Aroti, giovani sposi indiani. Gli aspiranti chef hanno dovuto preparare due diversi menù per il ricevimento del matrimonio indiano: uno a base di carne, per la brigata rossa guidata da Milenys, e uno vegetariano, per la brigata blu. A sorpresa, lo chef Locatelli ha introdotto anche un grembiule nero: il concorrente non scelto da nessuna della due squadre passa direttamente al Pressure Test. Le brigate hanno scartato Vincenzo.

Tutor della prova a base di piatti indiani è la chef ospite Ravinder Bhogal. Alla fine della sfida, gli invitati al matrimonio hanno preferito il menù a base di carne, salvando così i concorrenti della brigata rossa.

Al Pressure Test accedono quindi Vincenzo e i membri della squadra blu. La prova procede per sfide a due: i primi a scontrarsi sono Antonio e Vincenzo. È quest’ultimo ad avere la peggio e a dover affrontare Francesca. Nuovamente sconfitto, Vincenzo esce però vincitore dalla sfida successiva con Marisa. La ragazza si scontra così con Fabio e questa volta ha la meglio. L’uomo perde anche la prova successiva contro Luciano e alla fine viene eliminato da Maria Teresa. Quest’ultima, nonostante la vittoria, è infastidita: “Tifavano tutti per Fabio, che mi stiano alla larga“, ha sbottato.

Gianna Meccariello: “Sempre me stessa”

È Gianna Meccariello la prima dei due eliminati della sesta puntata di MasterChef. La ragazza ha lasciato il programma dopo l’Invention Test a tema agrumi. Fra i peggiori con lei c’era anche Vincenzo: “Ero quasi convinta che uscisse lui” ha detto “Ma non penso che Cannavacciuolo abbia un occhio di riguardo per Vincenzo. Io invece sono stata penalizzata perché tra i peggiori ero quella con l’ingrediente più semplice”. L’unico rimpianto di Gianna è proprio quello di non aver potuto continuare il percorso a MasterChef. “Volevo dare di più” commenta “però ho vissuto tutta l’esperienza con l’ansia e questo mi ha penalizzata”.

Fra i giudici, ha detto di sentirsi molto vicina allo chef Locatelli, in particolare dopo il pensiero che ha avuto per lei nel momento dell’eliminazione. “Continua a cucinare, sei una persona leale e sincera” le ha sussurrato il giudice all’orecchio, parole che hanno fatto molto piacere all’aspirante chef. Nonostante la sua severità, Gianna ha un occhio di riguardo anche per lo chef Cannavacciuolo, per le comuni origini partenopee.

La concorrente si è espressa anche in merito al comportamento di una compagna, Maria Teresa, che salvatasi dal Pressure Test ha respinto i festeggiamenti del resto della MasterClass. “Bisogna ricordare che comunque è un gioco”, il commento di Gianna, “un abbraccio per solidarietà doveva esserci“. A differenza degli altri concorrenti, non è però così critica nei confronti della compagna. È un’altra la persona con cui si è trovata peggio, Maria Assunta: “È stata sempre estranea a tutti noi, con lei non ha legato nessuno” ha commentato Gianna.

Pensando alla sua esperienza nel programma, la ragazza ha dichiarato: “I ricordi più belli sono il live cooking, per l’ingresso nella Classe, e l’esterna a Vico (Equense), perché è la mia terra”. Per quanto riguarda la propria performance, Gianna non ha rimpianti. “Sono contenta di essere sempre rimasta me stessa” ha concluso.

Il secondo eliminato: Fabio Scotto Di Vetta

Il secondo eliminato della sesta puntata di MasterChef 9 è Fabio Scotto Di Vetta. L’aspirante chef non è riuscito a sconfiggere Maria Teresa nell’ultimo scontro frontale del Pressure Test. Ha perso contro delle linguine al pesto, ma non giudica il responso dei giudici. “Certo un po’ di rammarico resta per l’eliminazione” ha detto, “ma ho dato il 100%, non ho alcun rimpianto per il percorso fatto a MasterChef, non mi sono mai risparmiato”.

In merito ai giudici, Fabio ha dichiarato di apprezzare i tre diversi caratteri, ma si dice più legato a chef Locatelli: “Mi ha sempre consigliato, per cercare di farmi fare un passo in avanti”, ha detto. Anche nei confronti di Antonino Cannavacciuolo ha un commento positivo: “È sempre stato molto severo nei giudizi, ma secondo me l’ha fatto anche per farmi crescere“.

In merito al comportamento scontroso di Maria Teresa, la concorrente che l’ha eliminato, non ha però nulla da commentare: “Non l’ho notata perché ero già andato via. Sicuramente tutta la classe tifava per me e per questo ringrazio i ragazzi”.

Fabio si lascia poi andare ad un ricordo romantico: “Il momento più bello è stato lo sguardo di mia moglie quando ho preso il primo grembiule” ha detto. Per quanto riguarda la sua eliminazione non ha rimpianti ed è felice dell’esperienza nel programma: “Penso di aver fatto un buon percorso, anche per il fatto di non essere mai stato il peggiore. Il Pressure Test è come la roulette russa” ha aggiunto, “becchi il colpo sbagliato e sei fuori”.