MasterChef Italia 2021, da stasera la nuova stagione su Sky

·4 minuto per la lettura

Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli ritornano nelle cucine di MasterChef Italia. La giuria stellata si ritrova ai nastri di partenza della nuova stagione, al via da stasera alle 21.15, in prima serata su Sky e in streaming su Now. Nella nuova edizione il cooking show prodotto da Endemol Shine Italy riaccende i propri ambitissimi fornelli con l’obiettivo di individuare – tra le migliaia di persone che si sono presentate ai casting – il miglior chef amatoriale d’Italia, il titolo che al termine della precedente edizione è andato a Francesco Aquila.

I Live Cooking saranno la prima occasione, per gli aspiranti chef, per presentare le proprie storie di vita spesso molto forti, storie in cui la cucina svolge un ruolo centrale e necessario, ma soprattutto per conoscere i 3 giudici, grandi Chef stellati e straordinari creatori di iconici tormentoni (dal “mappazzone” di Bruno al “fooorza!” di Antonino, fino al “come on!” di Giorgio) ormai entrati nel lessico comune, come evidente dalla campagna di lancio di stagione.

“Abbiamo lavorato bene e alzato l’asticella, trovando gente eccezionale e preparata nonostante le difficoltà - ha dichiarato Bruno Barbieri -. Abbiamo fatto un lavoro perfetto grazie anche all’impegno sulla sicurezza di Sky e di Endemol. Abbiamo creato un meccanismo che negli anni ha fatto crescere la trasmissione, alzando il livello del gioco e delle prove, che sono molto più importanti e ‘tecniche’ rispetto alla prima edizione. Dopo 11 stagioni di MasterChef - ha aggiunto - deve andare tutto alla perfezione. La finale è il momento più bello, perché fai un confronto fra come i cuochi erano all’inizio e come sono alla fine. Il nostro è un mestiere nel quale si ha sempre da imparare e la cucina è unione, anche di persone con storie difficili e interessanti. Dei concorrenti – ha concluso – voglio tirare fuori l’anima”.

“Senso di convivialità e di inclusività”. Per Giorgio Locatelli sono questi gli ingredienti speciali della cucina italiana. Gli stessi, secondo lo chef della Locanda Locatelli di Londra, che ha la nuova edizione di Masterchef Italia. “Così come la cucina italiana – spiega – anche il programma è più inclusivo e internazionale, trattando anche ingredienti che non sono tipici della nostra cultura. Prima facevamo fatica a portare i grandi chef in trasmissione – aggiunge Locatelli – mentre oggi vengono tutti, anche gli stellati".

Durante le Prove di Abilità, chi dimostrerà di avere tecnica, originalità e gusto, conquisterà il grembiule con il nome e accederà alla Masterclass, chi cadrà, invece, tornerà a casa. Infine, chi avrà lasciato ancora qualche dubbio nei Giudici, avrà un’ultima chance: la Sfida Finale, ultima possibilità per accedere alla Masterclass. Quella di quest’anno sarà piena di storie personali singolari, uniche e molto forti, ma anche cosmopolita e dotata di un forte respiro internazionale a dimostrare, ancora una volta, come questa sia una delle chiavi con cui si svilupperà il futuro della cucina italiana. "Una cosa che non mi piace – confessa Locatelli - è la parte dell’eliminazione, ne soffro molto. Noi che lavoriamo con i ragazzi cerchiamo di farli crescere, è un po’ come un fallimento, nella nostra professione, se scegli uno e poi lo devi mandare via”.

“Il regalo più bello? E’ quello che mi chiede mio figlio ogni volta che mi propone: ‘Papà, impastiamo insieme?’ Al di là di questo, a Masterchef ci sono altrettante storie emozionanti che riguardano i concorrenti e che mi hanno arricchito dandomi motivi di riflessione”. Lo ha detto Antonino Cannavacciuolo durante la presentazione della nuova edizione. “Masterchef è una macchina perfetta - ha aggiunto lo chef di Villa Crespi, a Orta San Giulio, Novara – anche grazie a questo trio che scherza da mattina a sera: siamo quasi fratelli, lavoriamo con spirito positivo. Oggi assistiamo a un’evoluzione dei piatti, che pur rispettando la tradizione sono notevolmente migliorati anche grazie a persone come Giorgio Locatelli e Bruno Barbieri che hanno saputo internazionalizzare la cucina italiana”.

Tanti gli ospiti illustri, gli chef stellati e i grandi cuochi internazionali in arrivo in questa stagione tra i fornelli di questa edizione di MasterChef Italia: tra gli altri, Marie Robert, che ha conquistato la sua prima stella Michelin a soli 30 anni; Anissa Helou, una delle esperte di cucina mediorientale più famose al mondo; Lele Usai, lo chef marinaio con una stella Michelin; torna Terry Giacomello, lo chef sperimentatore che aspira all’innovazione; Andreas Caminada, il re della cucina elvetica con 3 stelle Michelin; Enrico Crippa, 3 stelle Michelin e il suo ristorante tra i 50 migliori al mondo. E poi non mancherà l’attesissimo arrivo del Maestro Iginio Massari, che come sempre sarà protagonista del vero spauracchio più temuto da tutte le Masterclass, la prova di pasticceria.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli