Masterchef11 si fa trattoria. Tradizione e skill test, scivolosissimo

·4 minuto per la lettura
Masterchef11 (Photo: Sky)
Masterchef11 (Photo: Sky)

Masterchef per una sera si è trasformato in trattoria, e ha mostrato al suo pubblico la gudoriosità dei piatti della tradizione italiana. O almeno ci ha provato, perché gli aspiranti chef sono stati più bravi con il ponzu (salsa giapponese) che col vitello tonnato o la pajata.

Prima dell’Invention Test c’è stata una Mistery che ha mandato dritti in balconata Mime, Tracy, Lia e Carmine. E poi uno skill test dedicato al miele, con un crescendo di difficoltà che ha portato i concorrenti rimasti per la sfida finale a preparare un dolce con idromele, polline e il favo crudo. Due le eliminazioni: Andrea Letizia (all’Invention) e Rita (allo Skill test).

Le pagelle della serata.

8 Tracy. Si vede come una lupa, che vince. Il burro norvegese le dà il via per la balconata. Ha una gran grinta e un bel sorriso, coinvolgente. Per Barbieri è come Beyoncé. Balletto e via.

6 Rita. Dice di essere molto agguerrita e di non guardare in faccia nessuno. È stata però soprattutto casa e chiesa. Si è emozionata sempre troppo. Esce dopo l’ultima, difficilissima, prova della serata.

7 Christian. Ha dichiarato guerra a Carmine, ma al momento non ha tirato fuori le armi adatte. Un guizzo sul finale, un piatto in cui mette molto di se stesso e della sua storia personale

6 Tina. Sembra sia in gara solo per dar fastidio a Lia, di cui fa benissimo il verso. Fa bene, al momento, poco altro. Il sei è per aver azzeccato la mantecatura al primo step dello skill test.

8 Pietro. Ammette di mangiare poco salato e suscita la disapprovazione dello chef Barbieri. Ma alla fine fa la sua parte sempre bene, mai sopra le righe, sempre preciso. È il primo a salire in balconata allo skill test.

6 Anna. Il vitello tonnato in versione light: anche no. Tutta quest’ansia sui grassi sta un po’ stancando. Come dice Cannavacciuolo: “Quando sento parlare di calorie mi viene sonno”.

8 Mery. All’Invention Test batte tutti. Passa anche il primo turno dello skill test con un piatto di spaghetti non proprio invitante, ma a quanto pare buono, il piatto preferito dallo chef Cannavacciuolo. Sta tirando fuori un po’ di carattere

7 Bruno. Non si capisce ancora se ci è o ci fa. Perché alla fine è tra i primi a salire in balconata al primo step dello skill test.

8 Mime. Elegante ma disordinata. Ogni piatto che fa è una scoperta meravigliosa. Dovrebbe passare un po’ di ricette però.

7 Carmine. Anche questa volta azzecca la Mistery. Per lui l’uomo da battere è Federico (ma non oggi). Ha un momento difficile al primo step dello skill test, ma poi si riprende subito.

5 Federico. Poche idee e non chiare alla Mistery e all’Invention. Scopiazza l’idea di Lia della besciamella al cocco. Ma gli va male, molto male. È tra i peggiori all’Invention. È tra gli ultimi a salire in balconata. Serata storta, nonostante la rivisitazione degli struffoli (si possono rivisitare?)

5 Andrea Letizia. Scommessa persa per lo chef Locatelli. Lascia la gara dopo l’Invention. Ma già prima aveva dato segni di cedimento.

6 Lia. Cucina e assaggia molto. Come dice lo chef Cannavacciuolo è “tanto, tanto, tanto sicura di sé”. Ma alla fine passa solo al secondo skill test. Difficile per ora considerarla tra le migliori

6 Elena. Tra le migliori alla Mistery, ma non sale in balconata subito. Anzi aspetta fino all’ultima prova dello skill test, quando passa il turno quasi a sua insaputa. Niente a che vedere con la scorsa puntata

7 Dalia. Ansia da prestazione. Fa fin troppo, tipo la panna montata salata. Che bisogno c’è? Vuole a tutti costi far vedere che ha una marcia in più

7 Polone. Quest’aria da amicone lo rende simpatico. Addirittura lo vediamo suggerire le ricette ai compagni in gara. E poi ha sempre pronto un piano B anche quando gli si brucia la carne

6 Andrea. Si riscatta alla penultima prova, quella in cui c’era da glassare la carne. Impiattamento curato, per la prima volta

6 Nicky Brian. Vabbè che uno è innamorato, però coraggio. Forse con il cinghialotto sulla postazione ce la fa.

5 Nicholas. Fa il belloccio, e poco altro. Si salva al pelo, con un pan di Spagna “destrutturato” (cioè tagliato a fette)

GIUDICI

5 per la lezione sul miele: un po’ troppo

8 stupendo quando invece svelano i trucchi delle ricette o dei procedimenti

10 a Cannavacciuolo per l’imitazione che ha fatto di Iginio Massari

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli