Mastodon: cos'è il social network considerato l'alternativa a Twitter?

Un telefono cellulare con le icone di Mastodon e di Twitter, Berlino

BERLINO (Reuters) - Mentre Twitter è nel caos da quando l'uomo più ricco del mondo ne ha preso il controllo la scorsa settimana, Mastodon, un'alternativa decentralizzata e aperta fondata in Germania - paese ossessionato dalla privacy - ha assistito a un'ondata di nuovi utenti.

"L'uccellino è libero," ha twittato il magnate di Tesla Elon Musk quando ha completato l'acquisizione di Twitter per 44 miliardi di dollari. Ma molti sostenitori della libertà di espressione hanno reagito con sgomento alla prospettiva che la "piazza cittadina" del mondo fosse controllata da una sola persona e hanno iniziato a cercare altre opzioni.

A grandi linee, Mastodon assomiglia a Twitter, con hashtag, discussioni politiche e battute tech che si contendono lo spazio con immagini di gatti.

Ma mentre Twitter e Facebook sono controllati da un'autorità, un'azienda, Mastodon è installato su migliaia di server informatici, in gran parte gestiti da amministratori volontari che uniscono i propri sistemi in una community.

Le persone scambiano post e link con altri utenti sul proprio server - o istanza Mastodon - e anche, quasi altrettanto facilmente, con gli utenti su altri server in tutta la rete, sempre più in crescita.

Il frutto di sei anni di lavoro di Eugen Rochko, giovane programmatore tedesco, Mastodon è nato dal suo desiderio di creare una sfera pubblica che fosse al di fuori del controllo di una singola entità. Il lavoro di Rochko sta iniziando a dare i propri frutti.

"Abbiamo raggiunto 1.028.362 utenti attivi mensili in tutta la rete oggi," ha scritto ieri Rochko in un "toot" - versione di Mastodon del tweet. "È fantastico."

Questo è ancora un piccolo traguardo rispetto ai rivali più affermati. Twitter ha riportato un numero di 238 milioni di utenti attivi al giorno che hanno visualizzato una pubblicità nel secondo trimestre del 2022. Facebook ha riportato di avere 1,98 miliardi di utenti attivi al giorno nel terzo trimestre.

Tuttavia, il balzo nel numero di utenti di Mastodon avvenuto nel giro di pochi giorni è comunque sorprendente.

"Ho ricevuto più follower nuovi su Mastodon nell'ultima settimana rispetto a quanto abbia fatto nei cinque anni precedenti", ha scritto Ethan Zuckerman, esperto di social media dell'Università del Massachusetts di Amherst.

Prima che Musk completasse l'acquisizione di Twitter il 27 ottobre, la crescita di Mastodon si attestava in media a 60-80 nuovi utenti all'ora, secondo l'account di Mastodon Users, che ieri mattina ha indicato 3.568 nuove registrazioni in un'ora.

Rochko ha fondato Mastodon nel 2017, quando hanno iniziato a circolare voci sul fatto che Peter Thiel, fondatore di PayPal e alleato di Musk, voleva acquistare Twitter.

"Un miliardario di destra avrebbe acquistato un servizio pubblico de facto che non è pubblico", ha detto Rochko a Reuters all'inizio di quest'anno. "È davvero importante avere questa piattaforma di comunicazione globale in cui puoi apprendere cosa stia succedendo nel mondo e chattare con i tuoi amici. Perché questo viene controllato da un'unica azienda?"

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Stefano Bernabei)