Matematica, all'ucraina Viazovska la medaglia Fields

(Adnkronos) - La matematica ucraina Maryna Viazovska ha ricevuto la Medaglia Fields per i suoi risultati nella soluzione del problema dell'impacchettamento di sfere in otto dimensioni e, insieme ad altri colleghi, in 24 dimensioni, un problema, quello dell'impacchettamento ottimale di sfere identiche, che era stato posto da Keplero poco più di 400 anni fa. "La leggenda vuole che nasca dalla domanda, 'quante palle di cannone possono entrare nella stiva di una nave'?", ha spiegato Viazovska che da anni veniva indicata come una possibile vincitrice del 'Nobel' della matematica.

Alla vigilia dell'apertura del Congresso internazionale di matematici che avrebbe dovuto tenersi a San Pietroburgo, inaugurato da un discorso di Vladimir Putin, ma che, poco dopo l'inizio della guerra, è stato spostato online, l'Unione internazionale dei matematici ha annunciato a Helsinki i quattro vincitori della Medaglia Fields. Insieme a Viazovska, il francese Hugo Duminil-Copin, il coreano americano, June Huh e il britannico James Maynard.

"Sono di Kiev, in Ucraina. E a febbraio la mia vita è cambiata per sempre e non solo per me ma per tutte le persone del mondo, e in particolare per le persone nel mio Paese. Spesso diamo per scontate le cose belle della nostra vita e la pace è una delle cose che ho sempre dato per scontato. Ora capisco quanto mi sia sbagliata", ha dichiarato Viazovska, in un video pubblicato su youtube dall'Unione matematica internazionale.

Viazovska è la seconda donna, dopo l'iraniana Maryam Mirzakhani, Medaglia Fields nel 2014, scomparsa precocemente tre anni dopo- a ricevere il premio più importante in matematica. La Medaglia Fields viene attribuita ogni quattro anni a matematici, sotto i quarant'anni "per riconoscere risultati eccezionali in lavori esistenti e nella promessa di risultati futuri".

Viazovska è professore all'Ecole Polytechnique Federale di Losanna dal 2017, dove ha una cattedra di teoria dei numeri. Lavora su problemi di ottimizzazione geometrica. E l'impacchettamento di sfere è, naturalmente, un problema geometrico.

La risposta alla domanda sulle palle di cannone? "Lo vedete al supermercato, con le arance. La forma a piramide". Ma in dimensioni diverse da tre la risposta è più complicata. "Hanno capito che esiste una funzione magica che dimostra l'ottimalità dell'impacchettamento. Il mio contributo è stato quello di dare una formula esplicita a questa funzione magica, dal 2003 al 2016, 13 anni di lavoro".

Mentre parla del suo lavoro, Viazovska racconta anche dei primi giorni subito dopo l'inizio della guerra, quando ancora le sorelle Natasha e Tanya erano a Kiev (ora vivono con lei e la sua famiglia) di come l'insegnamento sia riuscito ad aiutarla a superare la paura e il dolore che aveva dentro.

Subito dopo l'uccisione a Kharkiv, in un attacco missilistico russo, della giovane matematica ucraina, Yulia Zdanovska, che aveva i suoi stessi insegnanti, le ha dedicato una lezione. "Quando muove qualcuno come lei, è come se morisse il futuro". "Oggi gli ucraini stanno pagando il prezzo più alto per le nostre opinioni e per le nostre libertà".

Viazovska che ha 38 anni, si è laureata all'Università di Kiev "Taras Shevchenko" e ha proseguito i suoi studi al politecnico di Kaiserslautern. Ha conseguito il dottorato nel 2013 a Bonn. Si è trasferita come post doc all'Institut des Hautes Etudes Scientifiques, alla Humboldt University di Berlin, poi a Princeton e dal 2017 è a Losanna.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli