Matera, torna al suo splendore la chiesa rupestra di S. Giovanni

Red/Apa

Roma, 16 set. (askanews) - A febbraio 2019, una promessa: quella di riconsegnare alla città di Matera, entro il mese di settembre, la Chiesa di San Giovanni in Monterrone in tutta la sua bellezza. Così, il 12 settembre, nella città dei Sassi, Patrimonio dell'Unesco e Capitale della Cultura 2019, Rigoni di Asiago ha riconsegnato alla città la chiesa in tutto il suo splendore. "Ritengo che fare impresa oggi - dichiara Andrea Rigoni, presidente e AD Rigoni di Asiago - significhi avere una visione più ampia rispetto a quella che limita l'attività dell'imprenditore al puro e semplice sviluppo della sua azienda. Ci sono ambiti, quali, ad esempio, l'arte e la cultura che un'industria illuminata deve fare propri".

"Ringrazio la città per la calda accoglienza che ha riservato a me e ai miei collaboratori - continua Rigoni - Ci tengo a citare l'Arcidiocesi di Matera-Irsina e la Cooperativa Sociale Oltre l'Arte, che mi hanno supportato con energia e mi hanno regalato profonde emozioni. Un grazie anche a tutti i professionisti, in primis a Fondaco, che hanno condiviso con me questo progetto e mi hanno coinvolto, tenendomi aggiornato via webcam. Tanti momenti magici che abbiamo vissuto come un sogno, giorno dopo giorno, con passione".