Usa, matrimonio in ospedale

Lei è in fin di vita per un male incurabile, lui le aveva promesso di sposarla prima della morte: le nozze avvengono in un nosocomio di Houston

I matrimoni di solito necessitano di luoghi e tempi studiati alla perfezione. Ma se avvengono in un posto fuori dal comune come rischiano di commuovere anche i più cinici. E’ il caso di Sonya O’Connor, 37 anni, una donna americana di Houston affetta da una rara infezione micotica letale che purtroppo la porterà alla morte in poco tempo. Questa malattia, che sta lentamente divorando i suoi tessuti, ha spinto lei e il suo partner Patrick a sposarsi direttamente nell’ospedale in cui è ricoverata. “Ci sono solo sei casi di questa patologia, e nessuno sa cosa fare per curarla”, ha spiegato Sonya.

Il suo uomo, Patrick O’Connor, le aveva fatto una promessa quando erano fidanzati: “Le promisi che non le avrei permesso di lasciare il mondo prima di essere diventata mia moglie”. E così è stato. Le nozze sono state celebrate all’Ospedale Metodista di Houston, in Texas. “La vita se ne va via velocissima. In un istante. Un giorno hai vent’anni e senti che sta cominciando la tua vita. La cosa che sai dopo, quando hai 37 anni e tre figli, è che Dio ti sta chiamando a casa”, ha detto Sonya. Un concetto ribadito dal marito, che sembra aver accettato di dover perdere sua moglie a breve: “I nostri giorni sono contati. Non si può evitarlo. Non si può fare niente contro questa realtà”, ha detto Patrick. Una cosa però i coniugi O’Connor potranno farla: passare nel migliore dei modi quel tempo che rimane loro per stare insieme.

Ricerca

Le notizie del giorno