Matrimonio nel reparto di rianimazione del Policlinico San Martino di Genova

·1 minuto per la lettura

(Adnkronos) - E’ stato celebrato nel reparto di rianimazione dell’Ospedale Policlinico San Martino il matrimonio tra Maria Grazia, 61 anni, e Vincenzo, 72, operato d’urgenza alcuni giorni fa a seguito di un malore. Dopo 32 anni trascorsi insieme, il rito avrebbe dovuto essere celebrato oggi in Comune ma il ricovero improvviso in ospedale aveva inevitabilmente cambiato tutto. Appena le condizioni di Vincenzo sono migliorate la famiglia insieme a tutto il personale del reparto ha organizzato il rito, cui hanno assistito come testimoni anche il direttore dell’Unità Operativa Anestesiologica e Terapia intensiva Paolo Pelosi, l’anestesista rianimatrice Maria Rita De Rito e il dirigente medio Stefano Nogas.

“Si sono detti sì, nel reparto di rianimazione dell’ospedale San Martino di Genova – scrive sui social il presidente della Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti - tra la commozione di medici e infermieri. Maria Grazia e Vincenzo, insieme da 32 anni, avevano fissato la data, comprato le fedi. Poi la diagnosi di un brutto male e un malore, a una settimana dal grande giorno, hanno portato al ricovero di Vincenzo e trasformato il matrimonio in un sogno che sembrava ormai irrealizzabile. Quando Vincenzo ha ripreso coscienza, medici e infermieri hanno aiutato a organizzare le nozze e attraverso dei permessi speciali quel sogno è diventato realtà. Auguri a questi neo sposi e grazie agli uomini e alle donne della nostra sanità, capaci con professionalità e umanità – conclude - non solo di salvare vite, ma di cambiarle”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli