Matt Damon ripreso dalla figlia per parola omofoba: “Non credevo fosse insulto”

·1 minuto per la lettura
Photo by Evan Agostini/Invision/AP)
Photo by Evan Agostini/Invision/AP)

Mentre promuoveva il nuovo film ‘Stillwater‘, ispirato alla battaglia legale di Amanda Knox, l’attore Matt Damon ha raccontato un episodio di vita personale che coinvolgeva sua figlia. Il divo ha spiegato di aver abbandonato l’uso di un appellativo omofobo dopo che sua bambina lo aveva rimproverato. Quando l’artista ha usato la parola ‘f….’ in una sua battuta, la figlia gli ha scritto “un lungo e bellissimo trattato su quanto quella parola sia pericolosa”.

Damon, in sua difesa, ha raccontato che questo termine per definire gli uomini gay era frequentemente usato senza alcuna accezione negativa quando lui era bambino.

Eppure la figlia non ha voluto sentire storie e si è alzata dal tavolo subito dopo che il padre aveva pronunciato quel termine. “Le ho detto – ha raccontato l’attore – ‘Dai, è uno scherzo! Lo dico nel film ‘Stuck on You!‘. Ma lei è andata nella sua stanza. Allora ho detto: ‘Mi rimangio l’insulto ‘f….’! Ho capito'”.

GUARDA ANCHE: Matt Damon: standing ovation e lacrime alla première de «La ragazza di Stillwater»

GUARDA ANCHE: Fedez con lo smalto sulle unghie scatena commenti a sfondo omofobo: 'Fai l'uomo, sei sposato'

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli