Mattarella all'Università di Parma, si parla di sostenibilità

v

Parma, 29 nov. (askanews) - "Salvare il pianeta e salvare l'umanità: utopia o dovere morale?". E' il tema che l'università di Parma ha scelto di affrontare all'apertura dell'anno accademico, nel giorno in cui si svolge il quarto sciopero globale per il clima indetto dai ragazzi del Fridays For Future. A sviluppare una riflessione sulla sostenibilità sarà Enrico Giovannini, presidente di Alleanza per lo Sviluppo Sostenibile, nella sua prolusione. Alla cerimonia all'Auditorium Paganini partecipa il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

La sostenibilità è per l'università di Parma un impegno "trasversale", che coinvolge profondamente tutta la comunità accademica e sul quale si sta lavorando con passione - spiegano dall'ateneo -: per la prima volta nel Piano strategico di ateneo 2020-2022 è stata dedicata un'intera area strategica trasversale allo sviluppo sostenibile, e per la prima volta è stato realizzato un Rapporto di sostenibilità dell'ateneo di Parma, base di partenza per una nuova politica di azioni e di sviluppo sostenibile di tutta la comunità accademica.

Tra le istituzioni locali sono presenti il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, e il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, candidato alle elezioni del 26 gennaio per il secondo mandato. Mattarella è stato accolto da un lungo applauso, prima dell'esecuzione dell'Inno di Mameli.