Mattarella: 'Attanasio e tanti italiani simbolo cooperazione spontanea e solidale con Africa'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 8 ott. (Adnkronos) – "Il tempo dell’Africa è adesso. Ed è interesse comune che il continente possa riprendere convintamente il cammino della crescita, avvalendosi delle straordinarie energie dei giovani africani, della loro capacità di creare innovazione e valore. L’Italia, anche nel quadro della sua appartenenza all’Unione europea e alle alleanze internazionali di cui è parte, intende continuare a lavorare con i partner africani per costruire congiuntamente un orizzonte di pace, sviluppo e benessere". Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, aprendo a Roma la Conferenza ministeriale Italia-Africa.

"Mi sia concesso -ha poi sottolineato il Capo dello Stato- un breve momento per ricordare i tanti italiani -donne e uomini, diplomatici e militari, volontari e missionari- che operano quotidianamente nel continente africano, simbolo di una cooperazione spontanea e solidale tra popoli. Desidero in particolare rivolgere un pensiero alla memoria dell’ambasciatore Luca Attanasio, del carabiniere Vito Iacovacci e dell’autista Mustapha Milambo, che hanno perduto la vita lo scorso febbraio mentre compivano una missione umanitaria nella regione dei Grandi Laghi".

"Permettetemi altresì -ha concluso Mattarella- di esprimere riconoscenza per l’apporto delle comunità africane residenti in Italia alla nostra cultura, alla nostra società e alla nostra economia. La loro presenza offre un contributo essenziale all’approfondimento dei legami che ci uniscono".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli