Mattarella, Baffi (Iv): da codognese, grazie presidente

Mda

Milano, 2 giu. (askanews) - "E' particolarmente significativo il fatto che il Presidente Mattarella abbia scelto di celebrare il 2 Giugno, data fondativa della Repubblica, proprio a Codogno. Come cittadina orgogliosamente codognese sono felice che il nostro Presidente abbia voluto, in tal modo, rendere un tributo, innanzitutto simbolico, al primo Comune coinvolto e, per questo motivo, divenuto anche il pi tragicamente famoso, nostro malgrado. Per questo tributo, quindi, io dico 'Grazie, Presidente'. Grazie per essere vicino alla nostra comunit". Lo scrive in una nota Patrizia Baffi, consigliera regionale lombarda e presidente Commissione Inchiesta Covid19 di Regione Lombardia.

"Nell'ultima settimana - prosegue la nota - ho dovuto confrontarmi con polemiche miopi e talvolta offensive, da parte di esponenti politici che a Roma governano e a Milano sono all'opposizione. A costoro dico: le parole di Mattarella dimostrano che dobbiamo far rinascere la Repubblica, non combattere guerre civili; non ci sono dittatori assassini da fucilare, ma sistemi di prevenzione e cura da rifondare. La pandemia ci ha dimostrato che tali sistemi non erano pronti n a Roma n a Milano (e nemmeno in gran parte dell'Occidente). Per questo un grande onore, per me, presiedere la prima Commissione d'Inchiesta sul Covid19 in Europa, alla quale mi auguro ne seguano altre, cos a Roma come nelle regioni e capitali continentali flagellate dal Coronavirus".

"Lavorer nell'interesse dei miei concittadini - ha concluso Baffi - e per contribuire a migliorare la nostra Regione, come ho sempre fatto dall'inizio del mio impegno".