Mattarella: Borsellino figura limpida, indica la via ... -2-

Glv
·1 minuto per la lettura

Roma, 19 lug. (askanews) - "Il 19 luglio del 1992 - sottolinea Mattarella - una terribile esplosione in via D'Amelio a Palermo spezzava la vita di Paolo Borsellino e di cinque agenti della sua scorta, Emanuela Loi, Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. Desidero ricordarli, rinnovando vicinanza e partecipazione al lutto inestinguibile delle loro famiglie". "A distanza di tanti anni - secondo il presidente della Repubblica - non si attenuano il dolore, lo sdegno e l'angoscia per quell'efferato attentato contro un magistrato simbolo dell'impegno contro la mafia, che condivise con l'amico inseparabile Giovanni Falcone ideali, obiettivi e metodi investigativi di grande successo". "Sono particolarmente vicino - aggiunge Mattarella - ai figli di Paolo Borsellino in questa triste ricorrenza. Come sperimentano quotidianamente, nulla pu colmare una perdita cos grave".