Mattarella: Ciampi volle premier consultasse Colle su politica estera

Xfi

Livorno, 15 gen. (askanews) - "Sulla scorta degli esempi di Giovanni Gronchi e del suo immediato predecessore, Oscar Luigi Scalfaro, Ciampi ritenne di precisare al Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuliano Amato, la necessità di essere informato prima che decisioni in materia di politica internazionale venissero assunte in sede governativa, per poter esprimere, anticipatamente 'giudizi, esortazioni e valutazioni', sottolineando così il contributo di garanzia del sistema delle alleanze e delle relazioni internazionali assicurato dalla Presidenza della Repubblica". Lo ha sottolineato il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, ricordando la figura di Carlo Azeglio Ciampi, a Livorno. "In modo ancora più puntuale si rivolse al successore di Amato, Silvio Berlusconi, nel febbraio del 2003, un mese prima dello scoppio della Seconda Guerra del Golfo, in Iraq", ha ricordato ancora Ciampi.