Mattarella: credere nei giovani, hanno capito crisi clima

Fdv

Roma, 31 dic. (askanews) - "La fiducia va trasmessa ai giovani", si deve a loro "affidare responsabilità" perché, a partire dalle "indispensabili scelte ambientaliE e sul clima, "le nuove generazioni avvertono meglio degli adulti che soltanto con una capacità di osservazione più ampia si possono comprendere e affrontare la dimensione globale e la realtà di un mondo sempre più interdipendente". Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel suo diascorso di fine anno.

I giovani, ha rilevato, "hanno - ad esempio - chiara la percezione che i mutamenti climatici sono questione serissima che non tollera ulteriori rinvii nel farvi fronte. Le scelte ambientali non sono soltanto una indispensabile difesa della natura nell'interesse delle generazioni future ma rappresentano anche un'opportunità importante di sviluppo, di creazione di posti di lavoro, di connessione tra la ricerca scientifica e l'industria".

Mattarella ha sollecitato a "tornare con il pensiero alle popolazioni delle città minacciate, come Venezia, dei territori colpiti dai sismi o dalle alluvioni, delle aree inquinate, per sottolineare come il tema della tutela dell'ambiente sia fondamentale per il nostro Paese. I giovani - ha ribadito - l'hanno capito. E fanno sentire la loro voce proiettati, come sono, verso il futuro e senza nostalgia del passato. Ogni società ha sempre bisogno dei giovani. Se possibile ancor di più oggi che la durata della vita è cresciuta e gli equilibri demografici si sono spostati verso l'età più avanzata".