**Mattarella: da arbitro a Zanardi, l’alfabeto del settennato** (3)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – E EVASIONE FISCALE – “Un elemento che ostacola le prospettive di crescita –ricorda Mattarella nel primo messaggio di fine anno il 31 dicembre 2015- è rappresentato dall'evasione fiscale. Gli evasori danneggiano la comunità nazionale e danneggiano i cittadini onesti. Le tasse e le imposte sarebbero decisamente più basse se tutti le pagassero”.

F FOSSE ARDEATINE – Poche ore dopo la sua elezione, sabato 31 gennaio 2015, Mattarella si reca in visita privata alle Fosse Ardeatine. "L'alleanza tra nazioni e popolo –afferma- seppe battere l'odio nazista, razzista, antisemita e totalitario di cui questo luogo è simbolo doloroso. La stessa unità in Europa e nel mondo saprà battere chi vuole trascinarci in una nuova stagione di terrore".

G GIOVANI – “Ogni società ha sempre bisogno dei giovani. Occorre, investire molto sui giovani. Diamo loro fiducia, anche per evitare l’esodo verso l’estero. Diamo loro occasioni di lavoro correttamente retribuito. Favoriamo il formarsi di nuove famiglie. Ai giovani vorrei chiedere: impegnatevi nelle sfide nuove, a cominciare da quella della transizione verso un pianeta fondato sul rispetto dell’ambiente e delle persone come unica possibilità di futuro. Adoperatevi per trasmettere valori e cultura attraverso i nuovi mezzi di comunicazione. Per promuovere un uso dei social che avvicini le persone e le faccia crescere dal punto di vista umano e sociale, combattendo con determinazione la subcultura dell’odio, del disprezzo dell’altro. Tocca a voi ora scrivere la storia della Repubblica. Non siete chiamati ad essere protagonisti in futuro, siete già protagonisti nel Paese, protagonisti indispensabili”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli