Mattarella a Doha inaugura la mostra "Tra Oriente e Occidente"

Dmo

Roma, 21 gen. (askanews) - Oggi martedì 21 gennaio 2020, alle ore 17 locali, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, dell'Ambasciatore d'Italia in Qatar Alessandro Prunas, del Segretario Generale della Dante Alighieri Alessandro Masi e delle massime autorità qatarine, verrà inaugurata a Doha, presso la Qatar National Library, la mostra "Tra Oriente e Occidente: Biblioteca Angelica a Doha".

Fiammetta Terlizzi, curatrice della mostra (aperta al pubblico fino al 19 febbraio 2020), promossa dall'Ambasciata d'Italia a Doha e organizzata dalla Società Dante Alighieri, ha voluto esporre per la prima volta al mondo arabo in generale e in Qatar in particolare, alcuni dei tesori della Biblioteca Angelica di Roma che abbiano un profondo legame con questa parte del mondo.

In mostra 21 libri tra cui 5 manoscritti e 16 volumi a stampa che documentano la presenza e la circolazione della cultura araba nel mondo colto europeo nei secoli XVI-XIX.

Il fondo dei manoscritti della Biblioteca Angelica contiene 2.800 volumi in latino, greco e alfabeti orientali. Tra questi sono presenti alcuni in arabo o traduzioni in latino di opere arabe, che mostrano come da sempre sia stato vivo l'interesse del mondo occidentale verso la cultura araba.

Oltre ai corani manoscritti scelti dall'esperto di letteratura araba Michele Bernardini, direttore del Dipartimento Asia, Africa e Mediterraneo dell'Università Orientale di Napoli, saranno esposti libri di autori europei tradotti in arabo e libri di autori arabi tradotti prevalentemente in quella che era la lingua internazionale della cultura antica, il latino. Si tratta di testi di medicina, geografia, viaggi, studi sulla falconeria e sulla razza equina che testimoniano lo stretto dialogo fra le nostre culture e i nostri mondi diversi.

Massimo Papa, vice presidente dell'Istituto per l'Oriente, illustrerà i libri in esposizione al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella che inaugurerà la mostra durante la sua visita di stato.