Mattarella:eliminare piaga fame traguardo ambizioso ma possibile

Vep

Roma, 16 ott. (askanews) - "La Giornata Mondiale dell'Alimentazione è occasione di stimolo a moltiplicare gli sforzi per "porre fine alla fame, raggiungere la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere un'agricoltura sostenibile", come indica l'obiettivo di sviluppo sostenibile numero 2 dell'agenda 2030. Si tratta di un impegno che abbiamo assunto al più alto livello internazionale, un imperativo di giustizia e di equità al quale non possiamo venir meno". Lo afferma il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

"Per molte persone, e in particolare per le fasce più deboli della popolazione, l'aumento dell'insicurezza alimentare è certamente una delle peggiori conseguenze dei cambiamenti climatici, che producono effetti devastanti in termini di carestie, crisi e conflitti, e sono responsabili del preoccupante stato in cui versa il nostro pianeta", aggiunge il Capo dello Stato osservando che "eliminare dal mondo la piaga della fame è un traguardo ambizioso ma possibile. Per raggiungerlo occorre rafforzare - anche con adeguati investimenti in ricerca e innovazione - le politiche di mantenimento e di uso sostenibile delle risorse naturali, combattere la desertificazione con iniziative coraggiose e innovative, preservare i sistemi alimentari che rispettano l'equilibrio degli ecosistemi, lottare senza esitazioni contro lo spreco alimentare".

"Il tema di questa Giornata "Le nostre azioni sono il nostro futuro. Un'alimentazione sana per un mondo a #famezero" ricorda a ciascuno che le nostre scelte quotidiane sono rilevanti al fine di garantire cibo per tutti e perseguire l'obiettivo di un mondo in cui tutti possano emanciparsi dalla fame e dall'indigenza. Confermo, quindi, il sostegno e la gratitudine dell'Italia - conclude - nei confronti di quanti si prodigano quotidianamente per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile, e in particolare per la diffusione di una cultura positiva dell'alimentazione e degli stili di vita".