Mattarella: "Giovani si mettano in gioco"

·1 minuto per la lettura

"Chiedere ai giovani di impegnarsi, di non tirarsi indietro, di accettare il rischio, di mettersi in gioco è l'orizzonte che tutto il nostro Paese si pone come obiettivo, di cui tutto il nostro Paese ha bisogno. Una giovane generazione che cresce consente al nostro Paese di sperare in una crescita costante, dell'innovazione, del senso di responsabilità, del senso di eguaglianza, del senso di libertà praticata e realmente vissuta". Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo all'inaugurazione dell'anno accademico dell'Università di Foggia.

"Tutto il nostro Paese -ha ricordato il Capo dello Stato- è in un momento di rilancio, di esigenza di ripresa di rilancio, di una definizione del suo modo di essere. In questo ambito Foggia e il suo territorio si collocano in maniera perfettamente coerente. C'è bisogno di un rilancio, di garantire ai giovani una prospettiva di vita, di realizzazione personale, di uguaglianza, di libertà e in questo territorio come ovunque le università sono un punto decisivo".

Mattarella ha anche sottolineato come sia "fondamentalmente indispensabile" per combattere la criminalità organizzata "la formazione delle coscienze, che è necessaria e avvertita come indispensabile in tutto il nostro Paese. E' uno degli elementi cui concorre l'insegnamento universitario, il clima universitario, la comunità universitaria, che come presidio di cultura è ovunque un elemento di sostegno della comunità nazionale, delle comunità locali, dei territori, del senso di libertà, di pienezza di prospettive per chiunque, di uguaglianza".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli