Mattarella, gli auguri alle donne per l’8 Marzo

Mattarella, gli auguri alle donne per l’8 Marzo

Il presidente della Repubblica Mattarella fa gli auguri a tutte le donne per la giornata internazionale dell’8 marzo. Il presidente, in un video pubblicato sul sito del Quirinale, tiene particolarmente a celebrare questa ricorrenza. Un 8 marzo particolare: a causa del coronavirus, non è stato possibile incontrarsi in manifestazioni, feste, flash mob. Tuttavia, Mattarella tiene a dire: “”Per i motivi che tutti conosciamo, quest’anno non potremo celebrare la giornata internazionale della donna al quirinale. Ma desidero egualmente inviare a tutte le donne italiane e a quante si trovano in italia un messaggio di vicinanza, di solidarietà“.

Mattarella, gli auguri a tutte le donne

Poi il presidente ha focalizzato il suo discorso sulle donne impegnate in prima linea, negli ospedali e altrove, per contrastare l’epidemia covid-19. “Rivolgo, anzitutto, un pensiero riconoscente alle donne – e sono tante – che si stanno impegnando negli ospedali, nei laboratori, nelle zone rosse per contrastare la diffusione del virus che ci preoccupa in questi giorni“, ha detto. “Lavorano in condizioni difficili, con competenza e con spirito di sacrificio. Con la capacità esemplare di sopportare carichi di lavoro molto grandi. A loro, in special modo, desidero dedicare questa importante giornata”, ha aggiunto Mattarella.

Il presidente ha posto l’attenzione sui ruoli sempre più importanti ricoperti dalle donne nella società: “Da tanto tempo le donne, in tutto il mondo, sono protagoniste di importanti progressi sociali e culturali. In numerose occasioni e in diversi ambiti sono state motori del cambiamento. Vorrei inoltre sottolineare come le donne contribuiscano, in misura particolare, a cogliere il valore universale e concreto del dialogo, della solidarietà, della pace”. Mattarella ha poi concluso: “Sostenere e rispettare la condizione femminile, ascoltare le donne vuol dire, in realtà, rendere migliore la nostra società per tutte e per tutti“.