Mattarella: la Ue non ci ha lasciato soli, ora decidiamo bene

Fdv

Roma, 1 giu. (askanews) - "Siamo chiamati a scelte impegnative. Non siamo soli. L'Italia non sola in questa difficile risalita. L'Europa manifesta di aver ritrovato l'autentico spirito della sua integrazione. Si va affermando, sempre pi forte, la consapevolezza che la solidariet tra i paesi dell'Unione non una scelta tra le tante ma la sola via possibile per affrontare con successo la crisi pi grave che le nostre generazioni abbiano vissuto. Nessun paese avr un futuro accettabile senza l'Unione Europea. Neppure il pi forte. Neppure il meno colpito dal virus". Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella intervenendo nei giardini del Quirinale in occasione del concerto per la Festa della Repubblica.

Adesso, ha aggiunto, "dipende anche da noi: dalla nostra intelligenza, dalla nostra coesione, dalla nostra capacit di decisioni efficaci. Sono convinto che insieme ce la faremo. Che il legame che ci tiene uniti sar pi forte delle tensioni e delle difficolt. Ma so anche che la condizione perch ci avvenga - ha sottolineato - sar legata al fatto che ciascuno, partecipando alla ricostruzione che ci attende, ricerchi, come unico scopo, il perseguimento del bene della Repubblica come bene di tutti. Nessuno escluso".