**Mattarella: 'lascio mio ruolo con fiducia in futuro, l'Italia crescerà'/Adnkronos** (3)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – "In queste ore -avverte il Capo dello Stato- i contagi tornano a preoccupare e i livelli di guardia si alzano a causa delle varianti del virus -imprevedibili nelle mutevoli configurazioni-", causando "talvolta un senso di frustrazione". Tuttavia "non dobbiamo scoraggiarci", ricordando ancora una volta che "i vaccini sono stati, e sono, uno strumento prezioso, non perché garantiscano l’invulnerabilità ma perché rappresentano la difesa che consente di ridurre in misura decisiva danni e rischi, per sé e per gli altri".

Mattarella stavolta fa appello non solo al senso civico, ma invita anche a non dimenticare "cosa avremmo dato per avere il vaccino", quando nei "primi mesi della pandemia" eravamo preda di una "sensazione di impotenza e di disperazione", vedendo le "bare trasportate dai mezzi militari"; soffrendo per il "lungo, necessario confinamento di tutti in casa", per "scuole, uffici, negozi chiusi"; con gli "ospedali al collasso".

E ora che "la ricerca e la scienza ci hanno consegnato, molto prima di quanto si potesse sperare, questa opportunità, sprecarla -avverte il Capo dello Stato quasi a voler provocare un sussulto morale nelle coscienze- è anche un’offesa a chi non l’ha avuta e a chi non riesce oggi ad averla". E se tutto ciò non riesce a suscitare una riflessione, si pensi almeno "a come l’anno passato abbiamo trascorso le festività natalizie e come invece è stato possibile farlo in questi giorni, sia pure con prudenza e limitazioni".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli