**Mattarella: 'lascio mio ruolo con fiducia in futuro, l'Italia crescerà'/Adnkronos** (5)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – È necessario e importante guardare alle "transizioni ecologica e digitale" che "sono necessità ineludibili, e possono diventare anche un’occasione per migliorare il nostro modello sociale". Elencando ostacoli da superare e traguardi da raggiungere a Mattarella "torna alla mente lo sguardo di tanti giovani" incontrati "in questi anni. Giovani che si impegnano nel volontariato, che si distinguono negli studi, che amano il proprio lavoro, che –come è necessario- si impegnano nella vita delle istituzioni, che vogliono apprendere e conoscere, che emergono nello sport, che hanno patito a causa di condizioni difficili e che risalgono la china imboccando una strada nuova".

"I giovani sono portatori della loro originalità, della loro libertà. Sono diversi da chi li ha preceduti. E chiedono che il testimone non venga negato alle loro mani. Alle nuove generazioni sento di dover dire: non fermatevi, non scoraggiatevi, prendetevi il vostro futuro perché soltanto così lo donerete alla società".

"Con rispetto" e anche per sottolineare "la dedizione dei nostri docenti al loro compito educativo", Mattarella cita "la commovente lettera del professor Pietro Carmina, vittima del recente, drammatico crollo di Ravanusa", scritta ai suoi studenti andando in pensione due anni fa, con la quale, tra l'altro, li invitava a non essere "spettatori ma protagonisti della storia che vivete oggi. Infilatevi dentro, sporcatevi le mani, mordetela la vita, non adattatevi, impegnatevi, non rinunciate mai a perseguire le vostre mete, anche le più ambiziose, caricatevi sulle spalle chi non ce la fa. Voi non siete il futuro, siete il presente".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli