Mattarella a magistrati: ora di superare sistema delle correnti

Gal

Roma, 18 giu. (askanews) - "Questo il momento di dimostrare, con coraggio, di voler superare ogni degenerazione del sistema delle correnti per perseguire autenticamente l'interesse generale ad avere una giustizia efficiente e credibile". Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione della cerimonia commemorativa del quarantesimo anniversario dell'uccisione di Nicola Giacumbi, Girolamo Minervini, Guido Galli, Mario Amato e Gaetano Costa e del trentennale dell'omicidio di Rosario Livatino.

"E' indispensabile porre attenzione critica sul ruolo e sull'utilit stessa delle correnti interne alla vita associativa dei magistrati - ha proseguito il capo dello Stato - La dialettica fra posizioni diverse, il cui valore indiscutibile, come espressione di pluralismo culturale, rappresenta una ricchezza per le nostre istituzioni. Questa dialettica diventa, tuttavia, deleteria allorquando le differenze si traducono in contrapposizioni sganciate dai valori costituzionali di riferimento poich fanno perdere di vista l'interesse comune ad avere una giurisdizione qualificata e indipendente".