Mattarella a magistrati: mai forzare legge per proprie opinioni

Vep

Roma, 18 nov. (askanews) - "A voi, nuovi Referendari, che vi accingete a esercitare funzioni così impegnative e - vorrei aggiungere - così affascinanti come ruolo di responsabilità, rivolgo l'augurio di nutrire sempre piena consapevolezza del vostro prestigioso ruolo magistratuale, della sua indipendenza, del rigore dei vostri comportamenti, della sottoposizione soltanto alla legge e alle sue norme, anche rifuggendo dalla tentazione di forzarne l'interpretazione per identificarle con le proprie opinioni, dei riflessi che le vostre decisioni sono destinate ad avere sulla vita delle persone e sul corso delle amministrazioni". Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella incontrando al Quirinale i magistrati di nuova nomina della Corte dei conti.

"Siete entrati a far parte di un patrimonio della Repubblica: la Corte dei Conti. Sono certo che saprete salvaguardarlo con responsabilità", ha concluso.