**Mattarella: 'mai più orrori nazifascismo', con Germania per conoscere storia e progettare futuro** (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Un itinerario che ha visto Italia e Germania “da decenni impegnate in un’analisi rigorosa del passato”, per rafforzare, nel nome di una memoria condivisa, la costruzione di "un’Europa della libertà contrapposta all’Europa della prevaricazione", attraverso un tracciato scandito da indelebili “momenti di verità”.

Come l’omaggio alle Fosse Ardeatine, il 3 maggio del 2017, da parte di Mattarella e del suo omologo a Berlino Frank-Walter Steinmeier, il primo insieme da parte di un Presidente italiano e tedesco. E la loro visita a Fivizzano, in Toscana, il 25 agosto del 2019, per ricordare il 75/mo anniversario degli eccidi nazifascisti.

Qui Steinmeier, che con la sua presenza voleva suscitare la conoscenza e la riflessione dei cittadini della Germania su quanto accaduto in quelle terre, non esitò a esprimere “solo vergogna per quello che dei tedeschi vi hanno fatto. Con dolore –disse parlando in italiano- mi inchino dinanzi ai morti delle stragi di Fivizzano. Vi chiedo perdono per i crimini qui perpetrati per mano tedesca”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli