Mattarella: tentazione di ritorno al passato di fronte a novità

Pat

Parma, 29 nov. (askanews) - C'è la pretesa di ingabbiare "i giovani nelle formule, negli strumenti e nelle soluzioni del passato dei vecchi che li hanno preceduti". La "tentazione" è "di tornare al passato di fronte alle novità". Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, si è rivolto agli studenti dell'università di Parma in occasione della cerimonia di inaugurazione dell'anno accademico, proprio nel giorno in cui si svolge il quarto sciopero globale per il clima indetto dai ragazzi del Fridays For Future.

Al termine della prolusione di Enrico Giovannini, presidente di Alleanza per lo Sviluppo Sostenibile, sul tema "Salvare il pianeta e salvare l'umanità: utopia o dovere morale?", il capo dello Stato ha ricordato che "in realtà tra utopia e dovere morale c'è una strettissima connessione".

"Credo che le alternative che Giovannini ci ha presentato richiedono una riflessione", ha detto Mattarella, riferendosi ai quattro possibili scenari indicati nella prolusione (credere che il modello attuale possa ancora funzionale; una visione distopica: siamo vicini al collasso e cerchiamo di guadagnare il prima possibile; una visione retrotopica: l'idea di poter tornare indietro; accettare un'utopia sostenibile come gli studenti ci chiedono). "Mi limito ai due punti alternativi che mi sembrano preminenti rispetto ai 4 indicati: la retrotopia e l'utopia, gli altri mi sembrano abbastanza di nicchia".

"C'è una forte tentazione, di fronte alle novità, di tornare al passato - ha proseguito -. E' come un capovolgimento della prospettiva che vi è sempre stata". (segue)