Matteo Barattieri morto in un incidente a Nashville: addio al geologo italiano

Matteo Barattieri
Matteo Barattieri

Tragedia a Nashville, in Tennessee, dove il geologo italiano Matteo Barattieri è morto dopo essere stato investito mentre stava rientrando in hotel. L’uomo, 57 anni e originario di Monza, aveva appena assistito al concerto di uno de suoi gruppi preferiti, la rock band Blondie.

Matteo Barattieri morto in un incidente

“Sulla via del ritorno, dopo lo show”, aveva scritto nel suo ultimo post sui social, accompagnato dalla foto notturna di una strada deserta, prima di essere travolto da un’auto pirata. Un impatto che non gli ha lasciato scampo, tanto che i sanitari giunti sul posto dopo l’incidente non hanno purtroppo potuto fare nulla per salvarlo. Secondo i media locali, il conducente dell’auto non si sarebbe nemmeno fermato a soccorrerlo.

Chi era

Molto conosciuto in tutta la Brianza per la sua attività ambientalista, Barattieri è ricordato da amici e collaboratori come una persona unica e un grande paladino della difesa della flora e della fauna. Anche la scuola superiore dove insenata, La Nostra Famiglia di Bosisio Parini, lo ha descritto come un valido e appassionato docente.

L’uomo era anche un grande conoscitore dell’avifauna, in particolare di quella del Parco di Monza (“Per noi si tratta della perdita di un vero amico”, è il saluto del gruppo Facebook del luogo), ed era impegnato attivamente nella divulgazione, didattica ed educazione nei settori naturalistico e ambientale. Era infine autore di diverse pubblicazioni scientifiche in campo ornitologico, articoli e libri.