Matteo Bassetti sul Covid al Grande Fratello Vip

Matteo Bassetti
Matteo Bassetti

Matteo Bassetti, del San Martino di Genova, ha commentato il piccolo focolaio di Covid che è scoppiato all’interno della casa del Grande Fratello Vip e che ha coinvolto alcuni concorrenti, che sono stati isolati.

Covid, Matteo Bassetti: “Ecco perché è un bene che sia entrato al GF Vip”

Un focolaio Covid è scoppiato nella casa del Grande Fratello Vip. Quattro concorrenti sono risultati positivi, ma secondo il professor Matteo Bassetti non c’è nulla di strano. “Dimostra che questo è un virus altamente contagioso per chi ancora non lo avesse capito. Credo che sia la dimostrazione di fronte a milioni di italiani” ha spiegato l’infettivologo a The Pipol Tv. I concorrenti, che sono stati in quarantena prima di entrare, seguono regole precise, ma nonostante questo il virus è entrato in casa. “Il problema non è il fatto di avere il Covid all’interno della casa del GF Vip, ma se 1 questa è una notizia e 2 perché andarlo a cercare così spasmodicamente” ha aggiunto il medico, che ha spiegato che è la dimostrazione “che è l’ora di finirla di continuare a tamponare la gente per farla entrare. Io lo trovo profondamente sbagliato. Quello che è accaduto dimostra ancora una volta di più che i tamponi non servono assolutamente a niente“. Ora i concorrenti dovranno essere monitorati e si dovrà fare il tampone solo a chi ha i sintomi “a meno che non si voglia montare un caso dove il caso non esiste“.

Matteo Bassetti: “La filosofia del zero Covid è inutile”

Matteo Bassetti pensa che sia il caso di affrontare il Covid come se fosse un’influenza di stagione. “Oggi è un raffreddore, una forma influenzale perché siamo vaccinati, perché la variante è diversa. Spero che questa cosa che è successa al GF Vip ci faccia capire che la filosofia dello zero Covid che è quella cinese non porta da nessuna parte” ha spiegato. “La casa del GF dimostra che il Covid del 2022 non è più il Covid del 2020, 2021, grazie alle vaccinazioni, ai farmaci, alle conoscenze e le varianti. Il Covid non è più quello del 2020” ha confermato. Il Covid è cambiato e incontra organismi più forti grazie ai vaccini. “Se mi dicessero domani ti mando in reparto una polmonite da influenza A, oppure una polmonite da Covid, io scelgo oggi una polmonite da Covid” ha concluso Bassetti.